Il jeans per noi donne è un ottimo passepartout: lo si può utilizzare sia per la vita di tutti i giorni, sia a lavoro o per un’occasione speciale anche se informale, basta abbinarci una camicia carina o una maglia floreale per risultare impeccabili e sempre alla moda.
Gli stilisti ne conoscono bene doti e potenzialità ed è per questo che tendono sempre a valorizzarlo e a svecchiarlo, proponendolo di continuo.

Sommario

Il jeans da donna ha in sè migliaia di sfaccettature e di possibilità per cui non è possibilie ridurre il tutto ad una semplice categoria ma è necessario parlare di diverse tipologie di jeans, ognuna perfetta ed indicata per la necessità della donna che li indossa o semplicemente per definire il suo umore del momento e la sua voglia di esprimere al meglio sè stessa.

Un Po’ Di Storia Del Jeans Da Donna

Quando indossi il tuo amato jeans probabilmente pensi ad un capo di abbigliamento pratico che ti fa sentire anche bella ma non hai idea della storia che lo riguarda. Ebbene, il jeans da donna ha subito una serie di evoluzioni che ti permettono di scegliere, tra la miriade di modelli disponibili, quella più adatta alle tue esigenze e al tuo fisico, oltre che ai tuoi gusti. Sicuramente sei a conoscenza del fatto che il jeans nasca come capo da lavoro e che è solo grazie a Levis Strauss che abbiamo il concetto di jeans come indumento per tutti i giorni, sia per uomini che per donne (il mitico modello 501).

Anni 50 – 60

Negli anni ’50 il modello a vita alta è diventato un must anche grazie a divi come James Dean e Marilyn Monroe che, indossandolo, hanno permesso alla gente comune di conoscere questo incredibile capo di abbigliamento. E’ un modello che non richiede un fisico perfetto, per cui va bene per tutte le donne, specie le più morbide. Nel 2018 sono tornati di moda anche grazie a stilisti come Dior.

Anni 70 – 80 – 90

Tipicamente da anni ’70 i jeans a zampa, ritornati prepontentemente di moda anche negli anni 2000 e riproposti negli ultimi anni, anche se più in sordina. Sono i jeans dei figli dei fiori che rimandano a bluse larghe e accessori con le frange.
Gli anni ’80, anni di eccessi e stravaganze ci hanno regalato le borchie, gli strappi e le toppe (anche grazie a star come Madonna) per un effetto vissuto tanto caro ai più giovani.
Agli anni ’90 dobbiamo i mom jeans, chiamati così perché indossati per lo più dalle mamme, classici e a taglio standard con le cinque tasche; ed i boyfriend jeans ovvero quei jeans a taglio maschile che sembrano “rubati” dall’armadio del proprio fidanzato o marito.

Anni 2000 – ad oggi

Penultimi in ordine di apparizione, i jeans skinny, tipico prodotto degli anni ‘2000, portati in auge dalla modella Kate Moss, perfetti su ogni fisico, in quanto diventano una seconda pelle perché molto aderenti.
Infine, i modelli slimmy, ovvero dei jeans simili al modello skinny ma più flessibili e che aderiscono meno sulla coscia. Sono un modello slim fit e aderiscono al corpo a seconda del fisico. Un’ultima tendenza sono anche i jeans destroyed, ovvero jeans pieni di strappi sulla falsariga di quelli degli anni ’80 ma molto più lacerati e che spesso mostrano tutto il ginocchio e buona parte della gamba. Sono, ovviamente, il jeans must dei teenager, quasi un vero e proprio simbolo di ribellione alla formalità e alle regole.
Gli stilisti di tutto il mondo hanno sempre visto nel jeans, un capo con cui possono divertirsi ed osare, ma che rimane un articolo che non fa distinzione sociale o di sesso, è semplicemente per tutti e, anche per questo amato da tutti.

L’Eleganza Del Jeans

Abbiamo già accennato a quanto il jeans possa essere pratico e allo stesso tempo elegante e sexy. La moda e le sfilate hanno reso questo prodotto un jolly perfetto per ogni occasione da sfruttare quando lo si desidera.
Per una serata elegante e non troppo formale optare per un pratico jeans piuttosto che per una scomoda gonna è sicuramente la soluzione migliore, anche perché, in questo genere di occasioni, è importante sentirsi a proprio agio e sicure di sè ed un bel jeans può certamente aiutarci in questo rispetto ad una gonna poco pratica o ad un pantalone troppo complicato.

Ovviamente occorre optare per un modello a tinta unita senza strappi o toppe e senza l’effetto acid-wash che va molto di moda tra i più giovani.
Il consiglio è di scegliere un jeans a tinta unita, magari blu scuro o nero, preferibilmente modello skinny ovvero completamente aderenti al corpo, quasi come una seconda pelle, ideali per valorizzare gambe lunghe e snelle. Questo modello di jeans permette anche l’uso di ballerine, perché no glitterate per un tocco di stile. Ma puoi anche optare per il modello slim fit, meno aderente rispetto agli skinny ma comunque ideale per chi ha un bel fisico e ha voglia di sfoggiarlo.

Anche i mom jeans possono diventare perfetti per una serata elegante o per un aperitivo con colleghi od amici: basta abbinarli ad eleganti stivali neri ed una maglia elegante, l’ideale sarebbe una blusa con un’apertura sulla schiena o con volant e trasparenze.
Per le più formose è consigliato un modello a vita alta, regular fit, da sfoggiare con dei bei stivali neri o con qualche dettaglio luccicante.
Anche sul jeans si può osare con qualche dettaglio in più: da un semplice ricamo, ad esempio all’altezza dei taschini, fino ad applicazioni più preziose da abbinare ad una borsa gioiello o ad un sandalo che richiami le stesse applicazioni. La scelta è libera ma sempre con gusto!

Il Jeans Anche In Ufficio

Il jeans in effetti nasce proprio come indumento da lavoro, ma si trattava di lavoro da manovale, che aveva poco a che fare con pratiche e scartoffie. Se anche in ufficio non puoi rinunciare ai tuoi amati jeans, anche in questo caso basta qualche dettaglio a rendere perfetto il tuo stile anche nell’ambito lavorativo. Il jeans ovviamente deve essere elegante, quindi valgono i consigli su colore e decorazioni di cui abbiamo già accennato in precedenza. In questo caso la semplicità la deve fare da padrona: poco spazio alla pelle scoperta, colori scuri, e taglio formale. L’abbinamento è fondamentale: una camicia o una blusa raffinata sono ideali per risaltare il tutto. Infine non può mancare la giacca. Che sia nera, chiara o a fantasia è il tocco che dà eleganza al tuo outfit permettendoti di sfoggiare senza timori il tuo jeans preferito!

Il Jeans Giusto Per Valorizzare Il Tuo Fisico

Ogni donna è bella così com’è con i suoi pregi e i suoi difetti. Ma il compito di un bel capo di abbigliamento, e dei stilisti che lo hanno ideato per noi, è quello di esaltare ogni singolo pregio e minimizzare i difetti. Ecco quindi qualche piccolo consiglio per non sbagliare nella scelta del look anche in tema di jeans da donna.
Se hai la “pancetta” prediligi la vita alta, in modo da slanciare e armonizzare il tuo fisico. Estremamente consigliati i materiali Stretch che coprono eventuali imperfezioni.
Se hai un sedere importante opta per un modello di jeans regular fit (assolutamente da evitare il modello skinny o a vita bassa), consigliati i boyfriend jeans o i modelli classici che scendono dritti su fianchi e gambe. Prediligi colori scuri e opta per modelli con tasche posteriori non troppo vicine tra loro.

In caso di sedere piatto invece osa con decorazioni, ricami e tasche nella zona posteriore del jeans, in modo da valorizzarlo. Evita i regular fit che rischiano di far sparire le tue forme, scegli il modello skinny meglio se con effetto push-up, la vita bassa e denim dai colori chiari, anche bianchi, perfetti per una serata in spiaggia.
Se cerchi un modo per nascondere le tue cosce troppo voluminose il consiglio è di indossare un denim scuro con l’effetto acid-wash all’altezza delle cosce. Questa soluzione tenderà a snellire e armonizzare le tue forme. Anche in questo caso i modelli indicati sono regular fit o boyfriend jeans, in quanto non seguono la forma del corpo. Assolutamente da evitare i modelli skinny.

Per le bassine consigliati pantaloni stretti con piega frontale da abbinare a delle bellissime scarpe con tacco. Da evitare i boyfriend jeans.

Il Look Consigliato Per Le Over 40

Sei arrivata ai tanto temuti -anta e temi di non poter più indossare i tuoi amati jeans come vorresti? Tranquilla, il jeans è il capo d’abbigliamento più democratico al mondo e potrai continuare ad indossarlo tenendo conto sempre del buon gusto e seguendo qualche piccolo accorgimento.
Partiamo dal punto vita: in questo caso per non sbagliare meglio scegliere una via di mezzo, ovvero nè troppo bassa né troppo alta in modo da risultare sempre perfetta. Quella ideale non supera la linea dell’ombelico oltre i 3 cm.

Il modello di jeans ideale è un taglio classico, ma se ti piace osare puoi optare anche per i mom jeans a vita alta o per degli intramontabili jeans a zampa, che sono nuovamente tornati di moda (se hai ancora la stessa taglia puoi anche scovare dall’armadio qualche tuo vecchio jeans, per un fantastico effetto vintage!).
Per i colori anche in questo caso, meglio prediligere i toni scuri, con qualche decorazione che attiri l’attenzione, sempre senza esagerare.
Puoi abbinare degli stivali, anche bassi, e delle maglie con stampe per un tocco originale e allegro. Infine puoi anche legare i capelli con un foulard annodato per un look più chic.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here