Selezionare il look perfetto da sfoggiare in un contesto lavorativo nuovo e professionale, non è di certo una pratica semplice! Per recarsi al lavoro in modo impeccabile, non basta aprire l’armadio e indossare il primo indumento che capita.

Soprattutto se si deve intraprendere un impiego che richiede un alto livello di professionalità, è necessario scegliere con cura ed estrema attenzione i vestiti da mettere. Perfezionare il proprio look è fondamentale per presentarsi nel migliore dei modi a cospetto del datore di lavoro o a contatto con il pubblico.

Il Dress code ideale in ambito lavorativo deve rispecchiare in tutto e per tutto la tipologia di professione che si riveste, aggiungendo all’outfit un tocco prettamente personale. Se un antico detto cita che l’abito non fa il monaco, è pur vero che il look è il biglietto da visita con il quale ci si presenta al proprio interlocutore.

L’immagine che si vuol definire è quella di una persona seria ed affidabile, sulla quale poter contare. Dunque per interpretare bene il proprio ruolo si deve innanzitutto definire lo stile, indossando capi d’abbigliamento sobri ed autorevoli, ma allo stesso tempo comodi e delicati.

Sommario

Basta con il tradizionale tailleur!

Per apparire professionali in ambito lavorativo non ci si deve affidare cecamente al solito tailleur. A meno che il contesto nel quale si opera imponga una divisa prestabilita, si può spaziare tra una serie di accostamenti eterogenei che non prevedono necessariamente l’utilizzo di giacca e gonna. Il tailleur è un evergreen in numerosi contesti, ma nonostante ci siano modelli innovativi e freschi, esso risulta inevitabilmente una soluzione prevedibile e scontata.

Per svolgere la propria mansione in modo sciolto e spontaneo è fondamentale indossare i panni giusti, calzando degli abiti che possano rappresentare, anche se in maniera superficiale, la propria personalità e il proprio carattere. Se il tailleur rende goffi e fasciati, si consiglia di riporlo negli scaffali e magari riutilizzarlo in altre occasioni formali. Per poter lavorare in maniera ottimale ci si deve vestire comodi, sentendosi totalmente a proprio agio. Il completo infatti può rappresentare un motivo non indifferente che inibisce la naturale creatività e di conseguenza riduce la personale autostima.

Allora qual è l’alternativa perfetta? La risposta è semplice, si può sicuramente indossare un comodo jeans! Non è un paradosso, ma una tendenza che si sta diffondendo a macchia d’olio in molti contesti professionali mondiali.

La scalata sociale dei jeans da donna

Il primo modello di jeans femminile è stato realizzato intorno al 1937, da allora è divenuto un capo d’abbigliamento irrinunciabile, presente nell’armadio di ogni donna. Fino a qualche decennio fa il jeans impreziosiva il guardaroba assicurando un look femminile casual e trendy.

Oggi grazie alla rivisitazione di molti affermati stilisti di moda, il famigerato pantalone viene utilizzato, con i dovuti accorgimenti, anche in contesti particolarmente raffinati ed eleganti. Molte star del cinema e della televisione hanno indossato i loro deliziosi jeans in eventi formali e professionali. Basti pensare per esempio alla raffinata principessa Kate Middleton che in diverse occasioni social ha indossato in maniera aggraziata ed elegante un paio di jeans a sigaretta, blu scuro.

Come lei anche l’icona fashion Meghan Markle, durante i suoi viaggi reali in Australia, non ha rinunciato ad indossare con stile e pacatezza un sobrio jeans nero, abbinato ad una camicia bianca e una giacca grigia quadrettata. Prima di loro l’accattivante Michelle Obama, ha sfoggiato i suoi cari jeans attillati in diversi occasioni formali e in numerose interviste ufficiali.

Se le principesse possono indossare i jeans senza perdere il loro innato fascino, perché noi donne “comuni” non possiamo mostrarci ugualmente professionali al lavoro, con i nostri amati jeans?

Quali jeans scegliere per un outfit sobrio?

I jeans sono un connubio armonioso tra comodità ed serietà. Pratici e versatili possono essere indossati in qualsiasi circostanza, assicurando a chi li calza un aspetto rigoroso ed energico. Esiste una vasta gamma di jeans dai modelli e tonalità differenti, basta soltanto saperli selezionare con gusto, accostando le maglie adatte e gli accoppiamenti cromatici migliori.

Per quel che riguarda la tipologia di design, i jeans che conferiscono un tono serio e professionale al look, sono quelli più semplici, a sigaretta o leggermente sagomati. È fondamentale che il pantalone aderisca bene al corpo, in modo che indossandolo si possano camuffare le piccole imperfezioni della silhouette, abbellendo la propria immagine. I jeans a vita bassa possono rappresentare una caduta di stile, specie se indossati con maglie corte ed aderenti.

Il jeans va valutato anche sulla base del ruolo che si svolge, se per ipotesi il lavoro da eseguire prevede un lungo periodo di seduta o di permanenza in piedi, è fondamentale che il pantalone assicuri un confort duraturo.

Dunque è sconsigliato mettere un jeans eccessivamente elasticizzato poiché al lungo andare può appesantire le gambe, meglio preferire invece un jeans a zampa d’elefante o a palazzo.

Look professional indossando i jeans a sigaretta

Eleganti e sobri i jeans a sigaretta sono dei pantaloni molto in auge nella moda contemporanea. Con la loro semplicità e la giusta aderenza al corpo, essi rappresentano una valida alternativa al classico pantalone in cotone.

Regolarizza le forme e non delinea la silhouette in maniera marcata, questo modello di jeans è ideale per impreziosire l’outfit donna all’interno di un contesto professionale e formale. Nelle scuole e negli uffici pubblici o privati, i jeans a sigaretta possono essere facilmente abbinabili ad una maglia in tinta unita o a una morbida camicetta.

Per mantenere uno stile d’abbigliamento serio e al contempo professionale la parola d’ordine è: non eccedere! Ostentare un outfit aggressivo o decisamente variopinto, non rende affatto l’idea di una donna professionista ed affermata. La scelta del jeans a sigaretta o a tubo deve essere privilegiata da tutte quelle donne che presentano un fisico asciutto e poco formoso.

Alte o basse di statura non fa molta differenza, il pantalone tubolare si sposa impeccabilmente con le donne di ogni altezza, a giocare un ruolo fondamentale a tal proposito è la scelta delle scarpe. Stivale o mocassino il jeans a sigaretta si accosta impeccabilmente a qualsiasi tipologia di scarpa. Naturalmente non è opportuno, per creare un look professionale, calzare infradito o tacchi vertiginosi.

Outfit invernale con i blue jeans

Durante i mesi freddi risulta spesso un vero rompicapo trovare l’abbigliamento perfetto per affrontare le lunghe giornate lavorative. Le temperature rigide e i venti freddi, suggeriscono un look caldo ed avvolgente, ma i ritmi frenetici e il serrato tram tram quotidiano, impongono un outfit confortevole e pratico.

Anche in inverno i jeans si mostrano un ottimo alleato per creare un look serio e professionale. I classici blue jeans si sposano bene con un pull dai colori caldi come il rosso o il beige, leggermente sagomati e con un décolleté poco pronunciato. Per impreziosire il look si può accostare una sciarpa di cashmere di una tinta differente al pull di qualche tono, magari abbellita con paillettes sparse elegantemente qua e là.

Per sconfiggere il freddo invernale si può tranquillamente indossare un cappotto lungo, a scacchi colorati o se si preferisce monocolore. Per tutte quelle donne che non vogliono rinunciare all’eccentricità, si propone un mini cappotto realizzato in morbida pelliccia sintetica.

Per scongiurare un’inevitabile caduta di stile e perdere nettamente di credibilità, si consiglia di evitare le fantasie esuberanti come il maculato o il tigrato.

Cosa indossare in estate al lavoro

Con l’arrivo della bella stagione si avverte la necessità di rinnovare il proprio look, utilizzando un vestiario fresco e naturalmente colorato. Via dall’armadio quegli abiti pesanti dalle tinte cupe e largo alle cromature floreali.

In ufficio è indicato un jeans chiaro, come il beige e l’azzurro, che risultano eleganti al punto giusto e poco sgargianti. A questi pantaloni dai toni vivaci si possono accostare delle camicette dai colori complementari come il bianco o il blu, si suggerisce di prediligere tinte uniche o poco decorate.

Attenzione allo spessore dei jeans, essendo dei colori chiari può capitare che l’intimo traspaia, apportando all’immagine un tono decisamente aggressivo e volgare, poco indicato al ruolo professionale che ci si attinge a svolgere. Nelle giornate più ventilate risulta molto trendy l’accostamento di uno spolverino color sabbia, a maniche lunghe leggermente sagomato ai fianchi, un vero tocco di classe.

È bene utilizzare delle maglie traspiranti e delicate, come quelle in cotone o lino che aiutano a mantenere la pelle fresca, meglio se non troppo aderenti al corpo.

Quali accessori usare per un look impeccabile

Per sfoggiare un perfetto outfit professionale è indispensabile curare ogni aspetto del proprio look. In estate come in inverno, bisogna inserire gli accessori adeguati, che si abbinano bene con gli indumenti indossati.

È risaputo che scarpe e borsa devono seguire un medesimo continuum stilistico, sia esso cromatico o materiale. Per delineare un look professional si può sfoggiare uno stivale alto da mettere sopra un jeans elasticizzato, oppure un mocassino raffinato accostato a dei jeans a palazzo o a sigaretta. La borsa deve riprendere le tinte delle scarpe, ma per quanto riguarda la forma si può spaziare tra una serie di modelli diversi, scelti in base ai gusti personali e alle necessità di spazio.

Se si devono trasportare documenti o oggetti voluminosi e non si ha voglia di portare ulteriori pesi di cartelle o valigette, si può sfruttare lo spazio di una borsa capiente. Molto in auge sono le borse a secchiello o a shopper, che possono essere facilmente portate a mano o a spalla. La cinta è un evergreen immancabile, da abbinare anch’essa alle scarpe, mai lasciare i passanti dei jeans vuoti, soprattutto se a vista.

Tocco finale per un professional style con i fiocchi

Una buona presentazione a lavoro prevede una sistemazione generale che riguarda tutta la persona. Oltre all’abbigliamento sobrio ed elegante, è importante curare altri aspetti che contribuiscono notevolmente a delineare un look accattivante.

Attenzione dunque a tutti quei dettagli che normalmente si tende a sottovalutare quando ci si reca al lavoro. Occhio al trucco, bisogna sempre assicurarsi di non esagerare con ombretti appariscenti e rossetti sgargianti. Il make up in ambito lavorativo deve essere leggero, con un delicato effetto naturale.

Bisogna inoltre pettinare con cura i capelli e quando possibile mantenerli sciolti, evitando di legarli con orribili fermagli o elastici improvvisati. Un tocco di smalto alle unghia; un paio di spruzzi di un delizioso profumo, senza esagerare e una mentina a portata di mano, per assicurarsi sempre un positivo rapporto interpersonale.

Con piccoli e semplici passi si può migliorare il proprio look a lavoro, basta davvero poco per realizzare un professional style raffinato e affascinante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here